Follow us on:

Diabete, meno complicanze se c’è empatia

Uno studio, pubblicato a settembre su Academic Medicine, mette in risalto come i pazienti diabetici che vengono seguiti da medici con un maggior grado di empatia vanno incontro a complicanze acute con meno probabilità rispetto ai pazienti seguiti da medici meno “empatici”.

Il livello di empatia del medico si conferma importante per ottenere una compliance efficace da parte del paziente. Il paziente infatti potrebbe comprendere meglio le informazioni date dal medico e sentirsi più motivato a seguire le sue prescrizioni se queste vengono fornite in un clima di fiducia e di condivisione.

Leggi i commenti degli autori su corriere.it